Contatti
Lavora con noi
Area fornitori
« Torna indietro

rifiuti1INALCA promuove, ove possibile, la riduzione alla fonte della produzione di rifiuti e il loro massimo recupero e riutilizzo. Da molti anni INALCA, grazie ad una attenta e scrupolosa attività di raccolta differenziata nei propri siti produttivi avvia a recupero il 99% dei rifiuti che produce.

Per quanto attiene la strategia orientata al recupero dei rifiuti, di particolare rilevanza negli ultimi anni sono state sicuramente le seguenti due attività:

Nel 2010 l’attivazione del già citato impianto di digestione anaerobica nello stabilimento di Ospedaletto Lodigiano. Grazie a questo impianto vengono tra l’altro destinati al recupero 47.000 tonnellate all’anno dei fanghi di depurazione dei principali stabilimenti italiani mediante digestione anaerobica e produzione di biogas. In tale impianto sono inoltre introdotti gli stallatici derivanti dalla macellazione dei bovini degli stabilimenti di Castelvetro di Modena e Ospedaletto Lodigiano.

È importante sottolineare che, diversamente da altri impianti simili che si basano su matrici vegetali potenzialmente alimentari come il mais, l’impianto INALCA utilizza esclusivamente matrici non alimentari, senza sottrarre risorse all’alimentazione umana ed animale.

 

rifiuti2

Tramite la propria controllata SARA, INALCA gestisce un impianto di compostaggio, in grado, tra l’altro, di effettuare il recupero di alcune tipologie di rifiuti ottenendo prodotti per l’agricoltura. Tra i rifiuti trasformati in compost vi sono i digestati provenienti proprio dall’impianto di digestione anaerobica. La combinazione dei trattamenti di biogas e compostaggio consente quindi ad INALCA la gestione completa ed integrata dei propri rifiuti: dalla produzione del rifiuto sino al suo completo riutilizzo

 

rifiuti3INALCA inoltre ha sottoscritto con il comune di Castelvetro di Modena (Mo) e la società territoriale di gestione dei rifiuti un importante accordo per sviluppare una separazione e differenziazione più spinta dei rifiuti aziendali. L’accordo riguarda la gestione dei rifiuti assimilabili agli urbani provenienti dagli uffici, dalla mensa aziendale ed altri locali diversi dai reparti produttivi che vengono raccolti e differenziati in appositi contenitori per essere avviati al recupero.

 

I rifiuti target per questo progetto sono:

  • Carta e cartone
  • Pile e batterie
  • Plastica
  • Toner delle fotocopiatrici e stampanti
  • Rifiuto umido urbano
  • Telefoni cellulari ed accessori

X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto